del 8 Marzo 2006

 

Si concludono oggi le iniziative promosse dal comitato “8 Marzo”

 

Una nuova vitalità alla festa delle donne

 

Marcellinara – Grande interesse ha ottenuto l’iniziativa del comitato “8 Marzo” di Marcellinara,  costituito da un nutrito gruppo di donne che hanno voluto dare nuova vitalità e significato alla giornata dell’8 Marzo. Una quattro giorni caratterizzata da un programma articolato, comprendente un’esposizione permanente nel salone delle feste “Scerbo” di Marcellinara, dal 3 all’ 8 Marzo, di foto d’epoca di soggetti femminili raccolte tra le famiglie ed esposte a cura della signora Maria Terranova, vecchi abiti da sposa e costumi tradizionali, inseriti in ambientazioni che si rifanno ad epoche passate, insieme a capi di vestiario, trine e accessori molto antichi, ceramiche , quadri, libri di poesie, ricami e tanti oggetti nati dalla creatività delle donne marcellinaresi, con uno sguardo al passato e alla tradizione popolare senza però perdere di vista argomenti e problematiche attuali legati al mondo femminile. La mostra infatti ha fatto da contorno a due manifestazioni dal tema “dona e impresa” e “Donna e salute”. La prima organizzata da un gruppo di lavoro coordinato dal sindaco di Marcellinara, avv. Anna Rita Donato, ha visto la partecipazione di due donne imprenditrici, Fiorella Celli e Marisa Canino, che hanno raccontato al folto pubblico le loro esperienze di vita e lavoro. Già concluso la manifestazione il prof. Franco Scarpino, docente all’università Magna Graecia, che ha illustrato le varie problematiche dell’imprenditoria calabrese emerse da una ricerca svolta dai suoi studenti, e l’’attuale legislazione a favore dell’impresa in generale e di quella femminile in particolare. La seconda iniziativa è stata preparata da un secondo gruppo di lavoro, coordinato dalla dott. Mariagrazia Kropp. “Prevenzioni e diagnosi precoce delle neoplasie della mammella” è stato il titolo della relazione della dott. Maria Facchini, responsabile della struttura semplice di Senologia integrata dell’ U.O. di Radiologia dell’azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, che ha illustrato ai medici di base e specialistici e alle donne presenti, il programma di screening mammografico regionale che sta per essere avviato allo scopo di attuare sia la prevenzione primaria del tumore della mammella sia la prevenzione secondaria, cioè riuscire ad individuare in fare pre-clinica quei tumori di piccola dimensione che non sono apprezzabili con l’auto palpazione e con la visita clinica e che, se presto diagnosticati permetteranno di aumentare sempre più il numero delle regioni. Molto toccanti sono state le testimonianze di due signori marcellinaresi guariti dalla malattia neoplastica. A concluso la serata l’assessore regionale alla Sanità Doris Lo Moro, che ha apprezzato l’iniziativa del comitato

“8 Marzo” ed ha sottolineato che il suo assessorato dedicherà molta attenzione alla prevenzione, con particolare riguardo alle problematiche femminili. Il comitato ha poi organizzato la visita guidata al museo diocesano e al castello di Santa Severina, momento di svago e di cultura. Concluderà il quadro delle iniziative la manifestazione di oggi tra recitazione di poesie composte dalle donne marcellinaresi, canti e balli.